Per la corretta visualizzazione di questo sito richiesto
Adobe Flashplayer 9.0

Get Adobe Flash player
Un nuovo linguaggio fotografico contemporaneo

La scuola si prefigge di utilizzare  la macchina fotografica del cellulare con cui eseguire tutto il processo di acquisizione ed elaborazione dell'immagine, attraverso il touchscreen e quindi le dita.


Il significato  che si darà alle fotografie è quindi legato alla rappresentazione della vita e della realtà quotidiana.

Lo stile che si ricerca rimanda ad alcune correnti d’arte come il cubismo, l'astrattismo e il Nuovo Realismo contaminandosi a vicenda e creando uno stile inconfondibile che isola gli oggetti naturali, e le realtà oggettive, riprendendole con un nuovo punto di vista; decontestualizzandole e rendendole quindi uniche.

Il processo è stato approfondito e concettualizzato attraverso gruppi di lavoro e corsi di fotografia tenuti  dal fotografo Roberto Sozzi.

Le linee guida sono:

- l'unico mezzo fotografico è quello del cellulare
- la ripresa fotografica è senza elaborazioni ( p.e.simulazione velvia, lomo ecc )
- gli oggetti ripresi sono quelli reali senza elaborazioni
- la posizione degli oggetti è quella quotidiana, no messa in posa, spostamenti,fondali ecc.
- l'unica elaborazione è quella con il cellulare e successiva alla ripresa
- in photoshop solo ridimensionamento e contrasto
- stampa finale per la vendita solo ai pigmenti su carta fine art o con procedimento palladio\platino

Il processo è  schematizzato ma il risultato finale a cui si vuole arrivare è la creazione di immagini ricche di emozioni, dallo stile semplice e ricercato.